.
Annunci online

  Datti [ ]
         

 
 

Ciao a tutti mi chiamo Salvatore Fizzarotti ,sono di Roma.

La mia professione: Photoreporter,il classico photoreporter,quello che denuncia i fatti reali senza porsi problemi e scrupoli di sorta………Credo in quello che faccio e cerco di raccontarlo con le mie immagini………Quello che cerco è l’emozione delle persone che vedono le mie foto,senza cercare notorietà e glorie,non sono molto bravo nel descrivermi,quindi lascio la parola ad alcune persone che con due parole hanno colpito in pieno il soggetto………Grazie a tutti.

 

Un mio collega scrive:

Chi si affaccia ad un mondo completamente diverso da quello in cui vive, rischia di cogliere solo il lato "curioso", folkloristico, a volte persino bizzarro di una società: le foto di Salvatore mostrano invece una attenzione intelligente ed una rara sensibilità.Le persone, i volti, le ambientazioni sono colte con una sobrietà ed un rigore così intensamente rispettosi da far pensare ad un lavoro svolto nell'ombra, in silenzio, quasi a non volersi intromettere e disturbare una cultura così affascinante nella sua diversità al punto da aver turbato le coscienze e lo spirito di milioni di viaggiatori.

E proprio di questo si tratta: la professionalità di Salvatore si esprime nel cogliere le sensazioni, le situazioni che solo un "viaggiatore", non certo un "turista", può cogliere in una frazione di secondo.”

 

Un anonimo scrive:

La fotografia come mezzo espressivo. Anche sulla rete. Un blog come una finestra da cui affacciarsi su un mondo diverso da quello in cui si vive. "Datti", il diario online di Salvatore Fizzarotti offre una prospettiva diversa per analizzare i temi legati alla grande attualità.

 

  



  PeaceReporter - la rete della pace. Quotidiano online e agenzia di servizi editoriali. Storie, dossier, interviste, reportage, schede conflitto, schede paese e buone notizie da tutto il mondo
 
  6/10/2005

 War News - Notizie dai conflitti nel mondo

   
  

  Basta! Parlamento pulito
 
 
  Invia anche tu la lettera al Presidente Ciampi!

 Reporters Sans Frontières
 
  Alertnet


 


   


8 dicembre 2005



USA: SCERIFFI ARIA UCCIDONO A MIAMI PASSEGGERO AEREO

WASHINGTON -
Dramma all'Aeroporto Internazionale di Miami: un passeggero a bordo di un aereo appena giunto dalla Colombia e' stato ucciso a colpi di pistola da un team di 'sceriffi dell'aria' convinti che avesse con se' un ordigno. E' la prima volta, dalla tragedia dell'11 Settembre, che i 'marshals' federali posti a difesa dei velivoli uccidono un passeggero. Il passeggero, Rogoberto Alpizar, un cittadino americano di 44 anni, si era imbarcato sul volo 924 della American Airlines, proveniente da Medellin (Colombia) e diretto ad Orlando (in Florida) dopo uno scalo a Miami.

 

Gli 'sceriffi' a bordo del Boeing 757 sono rimasti insospettiti, secondo alcuni testimoni, dal comportamento del passeggero durante il volo dalla Colombia convincendosi che avrebbe potuto presentare un pericolo e che potesse avere un ordigno nel suo bagaglio a mano. Il dramma e' avvenuto mentre il velivolo stava per riprendere il viaggio lasciando Miami alla volta di Orlando. Tutti i passeggeri erano scesi a Miami, per fare dogana, per poi risalire sul velivolo e proseguire per Orlando. Un testimone ha raccontato che l'uomo ha cominciato a correre improvvisamente per il corridoio dell'aereo, agitando le mani in aria, mentre era inseguito da una donna, apparentemente la moglie, che diceva che l'uomo aveva problemi mentali e non aveva preso le medicine necessarie.

 

L'uomo si sarebbe diretto verso l'uscita dell'aereo, raggiungendo il passaggio mobile che collega le cabine ai terminal. Qui sarebbe stato raggiunto dagli 'sceriffi' che, dopo avergli intimato di fermarsi, avrebbero aperto il fuoco dopo avere avuto l'impressione che il passeggero stesse per frugare nel suo bagaglio. Le prime notizie indicavano che l'uomo era stato ferito ma successivamente veniva comunicata la sua morte. E' la prima volta, da quando la strage delle Torri Gemelle ha fatto scattare severe misure di protezione dei voli negli Usa, che gli 'sceriffi dell'aria' uccidono uno dei passeggeri a bordo.

 

Pochi giorni fa le autorita' americane hanno fatto scattare un attenuamento delle misure di sicurezza sui bagagli a mano, e' di nuovo possibile portare forbicine a bordo ed altri oggetti finora considerati pericolosi, proprio per concentrare i controlli sulle minacce piu' insidiose, come la presenza di esplosivo a bordo. Il volo 924 della American Airlines era giunto a Miami alle 12.16 locali e avrebbe dovuto ripartire per Orlando dopo due ore. L'incidente e' avvenuto alle 14.00 locali, poco prima dell' orario previsto per il decollo alla volta di Orlando. 


                      




permalink | inviato da il 8/12/2005 alle 11:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     novembre        marzo
 


Ultime cose
Il mio profilo



internazionale.it
peacereporter
emergency.it
warnews
reporterassociati
peacelink
UNHCR_NEWS
unrwa
iom.int
Lino
Marco Stefano
Anna Maria


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom