Blog: http://Datti.ilcannocchiale.it

Storie di Mascottine

La “Mascotte della Fanfara a cavallo”


Dobbiamo tornare indietro nel tempo,oltre un ventennio,per la storia della prima “mascotte” della Fanfara del Reggimento Carabinieri a Cavallo,precisamente l’indimenticabile “Trombetta”,una cagnolina di razza incerta,di piccola taglia e dal mantello fulvo,trovata ed adottata nell’ippodromo di Agnano (Napoli) durante una trasferta per l’esibizione del Carosello Storico.

Da quel momento Trombetta è diventata la vera e propria mascotte del complesso musicale e durante tutte le manifestazioni cui partecipava per tradizione la Benemerita,la si vedeva saltellare con sussiego davanti al drappello di cavalli,muso basso e coda al vento,seguendo una perfetta linea retta,senza distrarsi,senza guardare a destra o a sinistra,fiera della sua gualdrappina rossa arricchita dal fregio dell’Arma.

Ogni volta che Trombetta appariva a piazza di Siena o durante una sfilata lungo la via dei Fori Imperiali,da parte del pubblico erano sorrisi,applausi e malcelata commozione per quella cagnolina senza origini blasonate che aveva deciso di fare il soldatino per tutta una vita vissuta fra squilli di tromba e rulli di tamburi ,su un ritmo che scandiva anche il battito del suo cuore.

E’ storia che,durante un’esercitazione in campagna,la cagnolina si sia perduta con vero dispiacere per tutti gli uomini del reparto ma che ,fortunatamente ,due settimane dopo un cacciatore,avvistata una cagnetta che somigliava a quella perduta dai carabinieri,che avevano diffuso la notizia,avvisò la stazione dell’Arma di Al lumiere che mandò prontamente un autoradio sul posto. Non appena la bestiola vide l’auto con scritta “Carabinieri”,si precipitò verso la macchina e s’infilò nella portiera,felice che la brutta avventura avesse avuto fine.

Per questo e altri motivi nel 1981 è stata premiata durante l’annuale “Festa della Fedeltà”,che si svolge a Camogli e che è dedicata ai cani più meritevoli.

Nel Novembre del 1988 Trombetta ha prestato servizio per l’ultima volta in piazza del Duomo,a Milano,in trasferta con la sua Fanfara,in quanto nel Gennaio 1989,come per un soldatino un po’ stanco,per cause naturali,veniva a mancare.

Subentrano a Trombetta “Tamburino e Semicroma”,cuccioli che Trombetta ebbe dall’unione con Maratona,mascotte del II squadrone:Tamburino e Semicroma seguiranno la Fanfara a Cavallo per qualche mese sino a quando in Fanfara venne portata dall’App.TRONCARELLI Giuseppe (ora Brigadiere),una cagnolina di razza incerta di nome Birba,di fatto cresciuta assieme a Trombetta visto che l’Appuntato era solito farsi accompagnare al lavoro dalla cagnolina lasciandola giocare intere giornate con Trombetta.

E’ così,col gioco,che Trombetta ha insegnato “il mestiere” a Birba:motivo per il quale entrò a pieno titolo al Reparto nel 1989.

Birba è stata un’altra mascotte modello: non si è mai allontanata dalla Fanfara sino al 1999,anno in cui venne a mancara.

Il Carabiniere scelto Aloisi Antonio,già in forza alla Fanfara a cavallo,nel gennaio 1998 portò alla Fanfara una cagnolina di razza incerta,all’epoca poco più grande di una mano,che la Fanfara adottò con il nome Lady.

Come da tradizione anche Lady è stata,per così dire, addestrata da Birba,sino a luglio del 1999,anno in cui la mascotte morì.

L’attuale mascotte Lady,ha alternato le fortunata performance della Fanfara a Cavallo con tratti di vita personale,quali due cucciolate e due “diserzioni”(Alessandria nel giugno del 2000 e Trieste nell’Aprile del 2002) conclusesi sempre con il ritorno al Reparto della cagnolina. 

                       

             

                      

                       

 

    

Da dire che nel Regimento del Reparto a Cavallo è presente una lapide in ricordo della precedenti Mascotte che hanno servito l'Arma tutti ricordiamo.....................
                         Trombetta & Birba 

                     
                  

Pubblicato il 7/12/2005 alle 12.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web